NUOVA SENTENZA FAVOREVOLE: URANIO E VITTIME DEL DOVERE

Il Tribunale del Lavoro di FERRARA accoglie il ricorso determinando e correggendo anche la percentuale più favorevole dell’invalidità complessiva

sentenza

“Il giudice definitivamente decidendo
– accerta che il Primo Maresciallo dell’Esercito Italiano omissis è soggetto equiparato alle vittime del dovere a causa della dipendenza da causa di servizio dell’infermità “esiti di ………….. in quanto riconducibile alle particolari condizioni ambientali od operative di missione, ex art.l comma 564 della l, 23 dicembre 2005 n. 266 ed artt. 1 e 6 del DPR 7 luglio 2006 n. 243
– accerta che il ricorrente ha riportato una invalidità complessiva. determinata secondo i parametri di cui all’art. 4 D.P.R. 30 ottobre 20()9 n. 1 8 _1 . pari al 65 0 0 risultante dalla  somma della percentuale d’invalidità permanente (IP) pari al o. della percentuale del danno biologico (DB) pari al 23 0 0 e della percentuale del danno morale (DM) pari al 15 0 0 in applicazione della formula IC=   (IP-DB)   conseguentemente accerta che il ricorrente ha diritto a tutte le provvidenze di carattere assistenziale e previdenziale previste dalla l. 206/2004 tra cui quelle di cui agli artt.2. 3. 4. 6. 7 , 8 e 9. secondo il grado di. invalidità come sopra accertato   condanna il Ministero della Difesa a corrispondere a omissis
l ) l’assegno vitalizio di cui all’art. 2 1. 407/1998, con decorrenza dal 1 gennaio 2006, parametrato alla percentuale di invalidità sopra riportata. con la maggior somma tra interessi e rivalutazione fino al saldo. tenuto conto di quanto già liquidato a tale titolo 2) lo speciale assegno vitalizio di cui all’art. 5 commi. 3 e 4 1. 206/2004, con. decorrenza dal I gennaio 2008,con la maggior somma tra interessi e rivalutazione e fino al saldo.
tenuto conto di quanto già liquidato a tale titolo
3) la liquidazione della speciale elargizione ex art.. 5 commi 1 e 5 1. 206/2004 sulla base della percentuale di invalidità come sopra
accertata, con la maggior somma tra interessi e rivalutazione, tenuto conto di quanto già liquidato al medesimo titolo.
 Condanna il Ministero della Difesa al pagamento in favore dell’ avv. Angelo Fiore Tartaglia che le ha anticipate le spese di lite. che liquida in complessivi € xxxxxxxxxxx oltre iva e cpa.
Così deciso in Ferrara il xxxxxxxx”
Condividi: